Storia

home page

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Azienda Agricola Le Vigne affonda le sue origini nei lontani anni ’80

quando Giacomo Guatteri, imprenditore romano del settore elettrico e nonno dell’attuale titolare Matteo Guatteri, compra il primo appezzamento di terreno di circa 6 ettari nella campagna umbra di Ficulle, per seguire la sua passione per la zootecnia.

Negli anni, l’azienda cresce nelle dimensioni e man mano la proprietà diventa più grande con l’acquisto di ulteriori terreni, circostanti a quello originario, per raggiungere i circa 30 ettari della configurazione attuale.

Con passione, tenacia e tanto lavoro, Giacomo Guatteri avvia il progetto per la creazione di una grande azienda agricola che, al culmine della sua espansione della parte zootecnica negli anni novanta, conta una mandria di ben 130 capi di vacca Chianina, una delle razze più pregiate, allevata in selezione biologica, oltre che innumerevoli altri animali di allevamento e da cortile, come maiali, pecore, galline, conigli ecc.

Sul finire degli anni duemila, Matteo Guatteri, diventato adulto nel frattempo, per seguire una sua vocazione e l’idea cui pensa ormai da tempo, suggerisce al nonno di ripensare a Le Vigne in una più moderna chiave agrituristica. Complice l’età e le mutate condizioni di mercato, la parte zootecnica dell’azienda è diventata sempre più faticosa e Giacomo Guatteri sposa quindi con entusiasmo il nuovo progetto, concentrandosi nella costruzione delle strutture e avviando i lavori in collaborazione del nipote che si imbarca, non senza un filo di incoscienza, in quella che si rivelerà una vera e propria impresa. La complessa operazione ha richiesto infatti ingenti investimenti e sacrifici importanti per le rispettive famiglie, che hanno dedicato tanto del proprio lavoro in questa nuova attività che stava sorgendo ma che oggi, finalmente, può vantare una realizzazione che ripaga dei notevoli sforzi.